salta al contenuto

Ricerca altre vendite

Cosa
 
Includi aste passate
 
 
 
 
 
 
Tutti i risultati
La ricerca ha prodotto 6 risultati

Concordati Preventivi

Concordato Preventivo 2/2015

Liquidatore Giudiziale Dott. Marco Marchi
Giudice Dott. Giacomo Lucente


LOTTO Unico
azienda esercitata in forza dei seguenti titoli: a. concessione demaniale marittima temporanea relativa all’area del porto di Viareggio denominata “la Madonnina” al n. 184 registro concessioni anno 2008 rep. n°27679 registrata in data 20/02/2009 al n. 719 serie III, con scadenza in data 31/12/2013 prorogata ex lege al 31.12.2020, avente ad oggetto, come da licenze suppletive n° 55/2009 rep n.27845, n°24/2011 rep.n.28086, n° 37/2011 rep.n.28142 l’occupazione e l’uso di una zona demaniale marittima di 9 mq 33.960,9 presso la darsena denominata “La Madonnina” allo scopo di mantenere un approdo turistico (pontili, specchi acquei, scivolo galleggiante delle dimensioni di m. 12,50x2,50) presso il cui specchio acqueo si possano, altresì, svolgere attività commerciali di somministrazione cibi e bevande, anche su imbarcazioni e/o piattaforme galleggianti. La concessione è ubicata in sottozona B2 del vigente piano regolatore portuale normata al p.8.4 delle N.T.A., per ormeggio unità di dimensione compresa tra i 10 ed i 18 metri di lunghezza. Tale concessione possiede circa 570 postazioni di stazionamento di imbarcazioni di varia caratura con una quota delle suddette adibite al mero transito delle imbarcazioni, come previsto dal Codice della Navigazione. Il canone dovuto per l’anno 2016 è pari ad € 46.227,40 determinato ai sensi dell’art 3 c.1 DL 400/1993 convertito con modificazioni della L. 494/1993, modificato dall’art.1 c. 250,251,252,253,254,255 e 256 della legge finanziaria 2007 con aggiornamento ISTAT. La società inoltre è titolare anche di un’altra c.d.m. in zona avamporto in adiacenza alla passerella posta nella parte terminale del Molo della Madonnina, per l’ormeggio di imbarcazioni da diporto. Tale c.d.m. n.127 registro 2008 rep.27559 con scadenza 30/06/2014 prorogata ex lege al 31/12/2020, ha ad oggetto l’occupazione e l’uso di una zona demaniale di mq.1.146,54. Il canone dovuto per l’anno 2016 è pari ad € 1.127,17 determinato ai sensi dell’art 3 c.1 DL 400/1993 convertito con modificazioni della L. 494/1993, modificato dall’art.1 c. 250,251,252,253,254,255 e 256 della legge finanziaria 2007; b. concessione demaniale marittima assentita tramite atto formale n.13 registro concessioni anno 2004 (rep n° 27208), con scadenza il 24/09/2037, avente ad oggetto l’occupazione e l’uso di un’area demaniale marittima della superficie complessiva di mq. 51.960 di cui mq 29.227 di specchio acqueo, ubicata nell’ambito portuale di Viareggio e precisamente in Darsena Viareggio presso la zona denominata “Triangolino”, allo scopo di realizzare e mantenere un approdo turistico con relativi servizi complementari per la durata di anni trenta a decorrere dalla data di stipula dell’atto avvenuta il 24/09/2007, verso il pagamento del canone annuo determinato, per l’anno 2016 in € 65.981,41 da sottoporre a periodici aggiornamenti annuali ai sensi della vigente normativa. La concessione è ubicata in sottozona B1 del vigente piano regolatore portuale normata al p.8.3 delle N.T.A. per ormeggio unità di dimensione compresa tra i 6 ed i 12 metri di lunghezza. L’avvio dei lavori è vincolato all’approvazione della progettazione definitiva della porzione dell’Asse di Penetrazione Urbana per il collegamento tra via Pisano e via Indipendenza da parte dell’Amministrazione comunale, che costituisce, nell’ambito delle prescrizioni di cui al Decreto di VIA del Ministero dell’Ambiente di approvazione del Piano Regolatore Portuale, pregiudiziale alla realizzazione dei lavori della Darsena turistica del Triangolino; c. uso, ai sensi dell’art 45 bis Cod.Nav., delle seguenti aree oggetto di Concessioni Demaniali Marittime (c.d.m.): 1. Area antistante la Banchina Antonini della Darsena Europa (c.d.m. n° 5/2008 registro rep. n° 27318, e relativa licenza suppletiva n° 1/2012 rep. 28213, con scadenza al 31/12/2020). Di tale c.d.m. è titolare il Comune di Viareggio, il quale, con istanza del 27/01/2014 autorizzata in data 29/05/2014, ha richiesto all’Autorità Portuale Regionale di essere autorizzato a dare in gestione alla ***** l’attività oggetto della concessione fino al 31/12/2020. La c.d.m. in questione ha ad oggetto una zona demaniale marittima della superficie di mq 819, situata nel Comune di Viareggio e precisamente lo specchio acqueo antistante la banchina Antonini della Darsena Europa, allo scopo di mantenere una catenaria per l’ormeggio di imbarcazioni di lunghezza massima di 18 mt; 2. Area antistante la Banchina la Ceina della Darsena Italia (c.d.m. n° 6/2008 registro rep. n° 27317, e relativa licenza suppletiva n° 39/2010 rep. 28164, con scadenza al 31/12/2020). Di tale c.d.m. è titolare il Comune di Viareggio, il quale, con istanza del 27/01/2014 autorizzata in data 29/05/2014, ha richiesto all’Autorità Portuale Regionale di essere autorizzato a dare in gestione alla ***** l’attività oggetto della concessione fino al 31/12/2020. La c.d.m. in questione ha ad oggetto una zona demaniale marittima della superficie di mq 1.460, e precisamente lo specchio acqueo antistante la banchina La Ceina della Darsena Italia, allo scopo di mantenere una catenaria per l’ormeggio di imbarcazioni di lunghezza massima di 15 mt; 3. Porticciolo ed aree circostanti Torre del Lago Puccini. Trattasi di una struttura gestita dalla Viareggio Porto Srl in liquidazione e costituita da un piccolo approdo sul lago di Massaciuccoli, con uno specchio d’acqua di dimensioni limitate e idoneo solo all’ormeggio di piccole imbarcazioni per l’attività velica. Tale area è dotata di tre edifici che ospitano spogliatoi, docce e servizi igienici, nonché magazzino, uffici ed una parte non meglio definita. Si ricorda che l’approdo turistico e gli edifici sono di proprietà della Fondazione Festival Pucciniano che li ha concessi in locazione alla *****, con contratto sottoscritto in data 29/09/2012 e registrato in data 29/10/2012 presso l’Agenzia delle Entrate di Lucca, il tutto facente parte dell’azienda di proprietà della società ***** compresi i beni mobili strumentali utilizzati per l’attività d’impresa (allegato 1). Poiché alla data odierna sono in essere rapporti di lavoro subordinato con numero 7 (sette) addetti di cui al prospetto allegato (allegato 2), l’acquirente subentrerà nei rapporti suddetti alle medesime condizioni oggi esistenti. Si precisa che la società non è proprietaria di beni immobili.
Data asta : 19/09/17 ore 16:00
Prezzo base asta : 1.392.188,00
Rilancio Minimo : Euro 50.000,00



Data Pubblicazione: 09/08/17

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Inviti ad Offrire

Fallimento 112/2014

Curatore Dott. Michele Davini
Giudice Dott. Giacomo Lucente


INVITO A OFFRIRE

Il Curatore Dott. Michele Davini, con studio in Viareggio (LU), via Monte Tambura n. 26, piano terreno, comunica di aver ricevuto un’offerta cauzionata ed irrevocabile di Euro 352.000,00 (trecentocinquantaduemila/00) per l’acquisto dei beni di seguito indicati ed

INVITA A PRESENTARE OFFERTA IRREVOCABILE D’ACQUISTO per:

1) BENI IMMOBILI I beni in oggetto si trovano nel Comune di Borgo a Mozzano (LU), loc. Anchiano, via del Pianello n. 4 lungo la Strada Statale 12 o via del Brennero. Trattasi della piena proprietà di vari appezzamenti di terreno di forma pressoché regolare, della superficie complessiva di circa mq 1235. Detti terreni, in parte di tipo pianeggiante, sono adibiti principalmente a parcheggio, la cui superficie risulta asfaltata e corredata da piccole aiuole piantumate. Altri invece, pianeggianti ed asfaltati, in parte sono adibiti al deposito di materiale di lavorazione ed in parte sono costituiti da dossi nudi ed incolti con presenza di piante da ulivo. Ricadente su una parte di terreno contraddistinta dal mappale 501 del foglio di mappa 49, è posizionato un manufatto di tipo in c.a.v. prefabbricato adibito a cabina elettrica di trasformazione MT/BT. Il tutto come meglio descritto al “Cespite B – terreni circostanti il Fabbricato A destinazione mista” nella perizia datata 30/12/2013 del geom. Andrea Neri (All. 1). Detti terreni sono censiti nel Catasto Terreni del Comune di Borgo a Mozzano, Foglio di Mappa 49: - Particella 497, Qualità Uliveto, Classe 3, mq. 78, Reddito Dominicale € 0,22, Agrario € 0,10; - Particella 499 Qualità Uliveto, Classe 3, mq. 91, Reddito Dominicale € 0,26, Agrario € 0,12; - Particella 501 Qualità Vigneto, Classe 3, mq. 303, Reddito Dominicale € 0,31, Agrario € 0,31; - Particella 504 Qualità Uliveto, Classe 2, mq. 327, Reddito Dominicale € 1,01, Agrario € 0,93; - Particella 506 Qualità Vigneto, Classe 2, mq. 257, Reddito Dominicale € 0,93, Agrario € 0,80; - Particella 508 Qualità Vigneto, Classe 3, mq. 15, Reddito Dominicale € 0,02, Agrario € 0,02; - Particella 511 Qualità Fabbricato Urbano da Accertare, senza classe, mq. 254, senza redditi; Le particelle di cui sopra risultano costituite come segue: - particelle 497-499-501 con Atto Tipo Mappale n° 4617.1/2003 del 25/06/2003 - particelle 504-506-508 con Atto Tipo di Frazionamento n° 10453.1/2003 del 14/11/2003 - particella 511 con Atto Variazione d’Ufficio n° 4034.1/2011 del 29/12/2001, la stessa era precedentemente classificata come vigneto e a seguito della variazione è stata probabilmente riconosciuta come resede a corredo del fabbricato per il deposito di materiale e quindi variata come “Fabbricato Urbano da Accertare” e successivamente soggetta a verifica in sede di presentazione di Tipo Mappale. Ai predetti beni immobili è stato attribuito il valore di Euro 75.000,00 (settantacinquemila/00); detto importo rappresenta il prezzo minimo di acquisto.

2) BENI MOBILI I beni mobili per i quali si è interessati a ricevere offerte consistono in attrezzature e macchinari di produzione per officine metalmeccaniche e giacenze di magazzino così come individuati rispettivamente in All. 2 e All. 3. Ai sopra indicati beni mobili è stato attribuito il valore di Euro 180.000,00 (centottantamila/00) per le attrezzature ed i macchinari di produzione (All. 2) ed Euro 97.000,00 (novantasettemila/00) per le giacenza di magazzino (All. 3). Detti importi rappresentano il prezzo minimo d’acquisto.

Le offerte dovranno pervenire in busta chiusa mediante lettera raccomandata a.r. o presentate a mano presso lo studio del Dott. Michele Davini in Viareggio (LU), via Monte Tambura n. 26 p. t., entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 18/09/2017 . Le stesse dovranno contenere il deposito per cauzione pari al 10% del prezzo offerto da effettuarsi mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Fall. Officine Meccaniche Quilici”. Le domande non saranno efficaci se pervenute oltre il termine stabilito o se non corredate dal detto deposito cauzionale. Per quanto attiene le modalità di partecipazione e quelle procedurali per l’assegnazione dei beni si invita a prendere visione dell’allegato Regolamento. Per eventuali informazioni gli interessati potranno contattare il Curatore dott. Michele Davini tramite mail all’indirizzo michele.davini@tiscali.it o telefonicamente al numero 0584 32271, nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:30.
Termine proposte acquisto : 18/09/17 ore 12:00
Prezzo base asta : 352.000,00

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 04/08/17

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.