salta al contenuto

Adozione di persona maggiorenne

COSA E’

Riguarda l’adozione di una persona con più di 18 anni di età. In questo modo permette di stabilire, tra l’adottante e l’adottato, un rapporto simile al rapporto tra genitori e figli.

Con questo procedimento l’adottato acquista:

  • IL DIRITTO AL COGNOME DELL'ADOTTANTE e ove sia figlio naturale non riconosciuto dai propri genitori può aggiungere il suo vecchio cognome a quello appena acquisito;
  • il diritto a succedergli come faranno i suoi figli legittimi;
  • il diritto agli alimenti

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Artt. 291 e segg. cod. civ. , modificati dalla Legge 4/5/1983 n.184.

CHI PUO’ RICHIEDERLO

L’adottante deve aver compiuto 35 anni di età (riducibili a 30 se il Tribunale lo giustifica), e l’adottato deve avere almeno 18 anni meno dell’adottante. Chi adotta non deve avere figli minorenni (siano essi legittimi, legittimati o naturali riconosciuti).

Per l’adozione ordinaria serve il consenso:

  • di chi adotta e suo eventuale coniuge;
  • di chi è adottando e suo eventuale coniuge;
  • dei figli maggiorenni dell’adottante (legittimi, legittimati o naturali riconosciuti);
  • dei genitori di chi è adottando.

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI

Presentando la domanda al Tribunale del luogo in cui si trova al residenza dell’adottando e allegando i seguenti documenti divisi per competenza dell’adottante e dell’adottando.

Adottante:

  • domanda al Presidente del Tribunale
  • copia integrale dell'atto di nascita (da richiedere al comune di nascita)
  • certificato di residenza di adottante e adottando in bollo
  • certificato di matrimonio o di stato libero
  • stato di famiglia dell'adottante in bollo
  • atto notorio attestante chi gli adottanti non hanno figli legittimi, legittimati, naturali o adottivi

Adottando:

  • copia integrale dell'atto di nascita
  • certificato di matrimonio o di stato libero
  • certificato di morte dei genitori, se deceduti (nel caso in cui siano vivi dovranno presentare il loro assenso secondo l’art. 311 cod. civ.)

N.B. Trattandosi di procedimento giurisdizionale non è consentito far ricorso all'autocertificazione.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Lucca – Via Gallitassi, 61 – 55100 Lucca (LU). 
Cancelleria Volontaria Giurisdizione, piano terra– lato destro.
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

QUANTO COSTA

  • Contributo unificato (€ 98)
  • 1 marca da bollo (€ 27,00)

MODULISTICA