salta al contenuto

Minori

Cos'è

I genitori non possono compiere atti di straordinaria amministrazione nell'interesse del figlio, se non con l'autorizzazione del giudice tutelare, il quale valuta la necessità o utilità del figlio minore o nascituro. In particolare, deve essere richiesta tale autorizzazione per vendere o ipotecare beni del figlio, accettare o rinunziare ad eredità, accettare donazioni, stipulare mutui, effettuare transazioni e compromessi, riscuotere capitali, ecc.

Leggi

Artt. 320, comma 3,4 cod. civ.; artt. 737, 742 bis cod. proc. civ.

Chi può richiedere

Entrambi i genitori o chi ne esercita, in via esclusiva, la potestà.

Dove

È possibile ricevere informazioni, assistenza e depositare le istanze presso l’ufficio della Volontaria Giurisdizione.

Per gli orari di apertura consultare la pagina dell'ufficio.

Per carenze di organico la cancelleria non può purtroppo fornire informazioni telefoniche.

  1. Si tratta di provvedimenti per i quali, di norma, il Giudice non ha necessità di fissare un'udienza. È necessario, quindi, depositare in Cancelleria una istanza che sia il più possibile completa e documentata. Prima di recarsi in Tribunale raccogliere quindi tutta la documentazione utile al Giudice per la decisione.  In particolare sono spesso necessari:
  • Certificato di morte della persona di cui il minore è erede o chiamato all'eredità
  • Un certificato di Stato di Famiglia
  • Una Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ove risulti chi sono tutti gli eredi o chiamati all'eredità
  • Per l'elenco degli allegati da produrre in base alle singole esigenze è necessario consultare il modulo specifico.
  1. Compilare il modulo specifico per le seguenti richieste:

Per tutte le altre richieste utilizzare il modulo M00 - DOMANDA GENERICA STRAORDINARIA AMMINISTRAZIONE.

Viene inoltre consegnato un CODICE FASCICOLO da annotarsi per tutte le fasi successive.

         2.   Consegnare in Tribunale il modulo correttamente compilato unitamente agli allegati necessari e indicati sul modulo stesso.

Il Giudice Tutelare pronuncia un decreto con il quale autorizza o meno a compiere l'attività richiesta.

N.B. È possibile controllare quando il giudice ha emesso il decreto collegandosi al sito www.tribunalelucca.net servizio 'Controlla lo stato del tuo provvedimento'.

Quando il Giudice ha emesso il provvedimento:

        3.   Ritirare le copie presso la Cancelleria.

Costi

Marca da bollo da 27,00 € per l’iscrizione.

Per il ritiro delle copie del decreto è possibile consultare la seguente tabella: Importi del diritto di copia.

Tempi

In media il decreto del giudice è disponibile entro 30 giorni dalla domanda correttamente depositata.